martedì 24 novembre 2015

"Speranza, nell'accezione più pregnante, indica una fede ottimistica nella bontà della natura, mentre aspettativa, nel senso in cui utilizzerò questo termine, è contare su risultati programmati e controllati dall'uomo. La speranza concentra il desiderio su una persona dalla quale attendiamo un dono. L'aspettativa attende soddisfazione da un processo prevedibile, il quale produrrà ciò che è nostro diritto pretendere. Oggi l'ethos prometeico ha messo in ombra la speranza. La sopravvivenza della specie umana dipende dalla sua riscoperta come forza sociale."  (Ivan Illich in: "Descolarizzare la società"  1970)
"il rapporto conviviale, sempre nuovo, è opera di persone che parteciperanno alla creazione della vita sociale. Passare dalla produttività alla convivialità significa sostituire a un valore tecnico un valore etico, a un valore materializzato un valore realizzato. La convivialità è la libertà individuale realizzata nel rapporto di produzione in seno a una società dotata di strumenti efficaci." (Ivan Illich in: "La convivialità"  1973)
"quando mettiamo l'accento sulla necessità della coscientizzazione, non la consideriamo certo come una soluzione magica, miracolosa, capace di per se stessa di umanizzare gli uomini tutti, lasciando poi intatto quel mondo che impedisce loro di vivere come uomini. L'umanizzazione degli uomini, cioè la loro liberazione permanente, non si realizza all'interno delle loro coscienze, ma dentro la storia che essi hanno il compito di fare e trasformare ininterrottamente."  (Paulo Freire in: "L'educazione come pratica della libertà"  1973)

lunedì 23 novembre 2015

"Mi accusano di incoerenza perché vendo armi indifferentemente a regimi fascisti e comunisti .. a Paesi progressisti e Paesi colonialisti .. ma il fondamento della democrazia non è forse il pluralismo?" (vignetta di Mario Pizzola in : "Così è .. se vi PACE"  1985)
"alla base della pace c'è una virtù che non può essere insegnata: è la fede dell'uomo nell'uomo e, in generale, la fede dell'uomo nelle risorse della sua specie"  (Ernesto Balducci - Lodovico Grassi in: "La pace realismo di un'utopia" 1983)
"Il termine 'interesse', viene utilizzato nella nostra lingua corrente per esprimere differenti concetti. Quello che riguarda i contenuti di questo capitolo, si riferisce a una  «particolare attenzione rivolta verso qualcosa o qualcuno, cose o argomenti che appassionano».  «Inter-esse»: essere tra due cose, una persona e un'oggetto, un'esperienza, un'altra persona. Una componente di passione, entusiasmo,motivazione, tensione, legame."   (Roberto Gialrdi - Franco Portinari in: "Ho un sogno per mio figlio  -  sette passi per educare"  2012)
"Usare il racconto, le storie, per insegnare qualcosa, significa usare uno strumento potente: talmente potente che prevale la sua logica, la logica del racconto, su quella dell'insegnamento"   (Beniamino Sidoti in: "Crescere che avventura  -  un percorso con la storia a partire da un grande archivio dell'infanzia"  2013)